1 anno fa 11/05/2019 18:20

Calvisano asfalta Valorugby, sesta finale consecutiva per i giallo-neri

Gli uomini di Brunello dominano nella ripresa e andranno a giocare l'89° finale del Campionato italiano di massima serie

Al PataStadium di Calvisano il Valorugby si gioca l'ultima possibilità di agguantare la finale di campionato. Per gli uomini di Manghi sarà necessario vincere con più di otto punti di differenza.

L'inizio non è tra i migliori per gli emiliani, con un cartellino giallo a Carlo Festuccia che fa crollare una maul avanzante di Calvisano. Prima mezz'ora molto combattuta, con Calvisano che fatica a trovare un possesso utilizzabile, contro un Valorugby molto agguerrito. Punteggio sbloccato soltanto al 38' con un piazzato di Paolo Pescetto: 3-0. Nella riprea il Valorugby trova subito il pareggio, con un piazzato di Farolini al 42': 3-3. Al 49' Il Calvisano trova il vantaggio con la meta di Pierre Bruno: l'ala riceve palla e, in velocità, evita due placcaggi prima di andare a marcare in mezzo ai pali: 10-3.

Il Calvisano sembra aver preso l'abbrivio. Al 50' ottimo timing di Pescetto con Chiesa, poi palla nuovamente a Pierre Bruno che si invola sull'out di destra per la seconda meta: 17-3. Con il secondo piazzato di Pescetto, Calvisano pone un gran controllo su questo match: 20-3. Al 67', dopo una touche ai cinque metri per Calvisano, drive perfetto, Samu Vunisa si stacca e va in meta: 27-3. Al 70' arriva la quarta meta, quella del bonus, calcio a scavalcare recuperato rapidamente da Alberto Chiesa che va in meta in mezzo ai pali: 34-3. Al 76' arriva la meta di Facundo Panceyra: 41-3. Man of the match a Samu Vunisa.

Calvisano accede alla sesta finale consecutiva, che giocherà in casa il prossimo 18 maggio.

 

Tabellino: 38' cp. Pescetto (3-0), 42' cp. Farolini (3-3), 49' meta Bruno tr. Pescetto (10-3), 50' meta Bruno tr. Pescetto (17-3), 55' cp. Pescetto (20-3), 67' meta Vunisa tr. Pescetto (27-3), 70' meta Chiesa tr. Pescetto (34-3), 76' meta Facundo Panceyra tr. Bordoli (41-3)

Calciatori: 5/6 Paolo Pescetto (Calvisano), 1/1 Serafin Bordoli (Calvisano), 1/2 Davide Farolini (Valorugby)

Cartellini: giallo a Carlo Festuccia (Valorugby)

 

Kawasaki Robot Calvisano: Chiesa (cap); Bruno, Panceyra-Garrido, Lucchin, De Santis; Pescetto, Casilio; Vunisa, Zdrilich, Casolari; Andreotti, Cavalieri; Leso, Manfredi, Fischetti.
A disposizione: Morelli, Brarda, Biancotti, Van Vuren, Martani, Semenzato, Bordoli, Balocchi
All. Brunello

Valorugby Emilia: Farolini (cap); Ngaluafe, Paletta, Vaega, Costella; Rodriguez, Panunzi; Favaro, Mordacci, Amenta; Du Preez, Balsemin; Du Plessis, Manghi, Muccignat.
A disposizione: Quaranta, Festuccia, Bordonaro, Messori, Rimpelli, Dell’Acqua, Fusco, Caminati.
All. Manghi

PataStadium, Calvisano
Arbitro: Vincenzo Schipani

Man of the match: Samuela Vunisa (Calvisano)
 

Risultati delle semifinali di Top12 - clicca sul match per tabellino e statistiche 

Foto Daniel Cau

 

notizie correlate

Lorenzo Cittadini nello staff del Calvisano

Lorenzo Cittadini nello staff del Calvisano

Sarà il nuovo allenatore degli avanti e assistant di Gianluca Guidi
Rugby Calvisano: in via di definizione la questione Mori - Garrido

Rugby Calvisano: in via di definizione la questione Mori - Garrido

In arrivo il talentuoso mediano di mischia Manfredi Albanese
Zebre Rugby: i cinque Permit Player per la stagione 2020/21

Zebre Rugby: i cinque Permit Player per la stagione 2020/21

Gli esordienti Stoian, Fusco e Trulla a caccia del primo cap con le Zebre
Lorenzo Cittadini appende le scarpe al chiodo

Lorenzo Cittadini appende le scarpe al chiodo

L’ex pilone della Nazionale allenerà a Calvisano “dovrò dimostrare di aver la capacità di insegnare e trasferire le mie conoscenze tecniche”
Ufficiale: Nicolò D’Amico nuovo pilone del Rugby Calvisano

Ufficiale: Nicolò D’Amico nuovo pilone del Rugby Calvisano

“Credo che Calvisano sia la squadra ideale per poter esprimere il mio potenziale”
Stefan Basson ingaggiato dallo staff di Mogliano

Stefan Basson ingaggiato dallo staff di Mogliano

L'ex estremo, dopo il ritiro, andrà in panchina nello staff dei veneti
Le squadre scomparse dall’alto livello italiano negli ultimi 12 anni

Le squadre scomparse dall’alto livello italiano negli ultimi 12 anni

Ben 15 club nelle ultime 12 stagioni sono spariti dalla massima serie

ultime notizie di Top12

notizie più cliccate di Top12