notizie in primo piano di Nazionale sudafricana di rugby

Rugby World Cup    0 commenti   2 mesi fa

Gli stemmi della RWC 2019: lo Springbok del Sudafrica

Il doppio simbolo sudafricano ha avuto delle influenze politiche

La nazionale sudafricana di rugby ha come simbolo il famoso springbok, una piccola antilope emblema nazionale del paese. La sua introduzione in ambito rugbystico ha origini non molto recenti.
Miti del Rugby    0 commenti   11 mesi fa

Errol Tobias: il colore del rugby

Il primo uomo di colore nella nazionale degli afrikaner.

Errol Tobias si è guadagnato un posto nella storia del rugby sudafricano diventando il primo giocatore di colore a disputare un test match, nel 1981. 
Internazionale    0 commenti   1 anno fa

Si ritira Jaque Fourie, il fulmine Springboks [VIDEO]

Una leggenda del Sudafrica appende le scarpette al chiodo

Altro addio eccellente nel 2018, si ritira dal rugby giocato all’età di 35 anni il sudafricano Jaque Fourie (1,90 m x 105 kg).
Miti del Rugby    0 commenti   2 anni fa

Gary Teichmann: e l'ottavo giorno Dio creò Teich

Il Numero 8 Gary Teichmann è stato capitano della propria nazionale in 39 partite, tra il 1996 e il 1999, con 26 di queste terminate in vittoria; una percentuale che ha fatto di lui uno degli skipper sudafricani di maggior successo di sempre.

Il Numero 8 Gary Teichmann è stato capitano della propria nazionale in 39 partite, tra il 1996 e il 1999, con 26 di queste terminate in vittoria; una percentuale che ha fatto di lui uno degli skipper sudafricani di maggior successo di sempre.
Miti del Rugby    0 commenti   2 anni fa

Brendan Venter: l'anestesista

Medico anestesista, campione del mondo con gli Springboks nel 1995, Brendan Venter è stato scelto da Conor O'Shea per curare la difesa della nazionale italiana in vista del Sei nazioni 2017.

Medico anestesista, campione del mondo con gli Springboks nel 1995, Brendan Venter è stato scelto da Conor O'Shea per curare la difesa della nazionale italiana in vista del Sei nazioni 2017.
Miti del Rugby    0 commenti   3 anni fa

Avril Malan: between the lines

(Roberto Vanazzi) Seconda linea superba degli Springboks dal 1960 al 1965, Avril Malan è stato, con i suoi ventitre anni, il più giovane capitano nella storia degli Springboks.

(Roberto Vanazzi) Seconda linea superba degli Springboks dal 1960 al 1965, Avril Malan è stato, con i suoi ventitre anni, il più giovane capitano nella storia degli Springboks.
Miti del Rugby    0 commenti   3 anni fa

Schalk Burger: l’incredibile Hulk

Campione del mondo nel 2007 con gli Springboks, il flanker Schalk Burger è una delle stelle del rugby moderno. Il ragazzo, poi, ha lottato e vinto contro gravi infortuni e malattie che ne hanno messo in pericolo la carriera e addirittura la vita.

Campione del mondo nel 2007 con gli Springboks, il flanker Schalk Burger è una delle stelle del rugby moderno. Il ragazzo, poi, ha lottato e vinto contro gravi infortuni e malattie che ne hanno messo in pericolo la carriera e addirittura la vita.
Miti del Rugby    0 commenti   3 anni fa

Morné du Plessis: il leone bianco

Ampiamente considerato tra i migliori avanti del suo paese, Morné du Plessis è anche descritto come uno dei capitani di maggior successo degli Springboks.

Ampiamente considerato tra i migliori avanti del suo paese, Morné du Plessis è anche descritto come uno dei capitani di maggior successo degli Springboks.

ultime notizie di Nazionale sudafricana di rugby

  • Miti del Rugby  0 commenti   4 anni fa

    Danie Craven: il rugby al tempo dell’apartheid

    Figure tra le più influenti e controverse della storia del rugby sudafricano, Danie Craven ha servito con successo il suo paese per tutta la vita, prima da giocatore, quindi da allenatore e, infine, da dirigente, contribuendo all'uscita del Sudafrica da

    Figure tra le più influenti e controverse della storia del rugby sudafricano, Danie Craven ha servito con successo il suo paese per tutta la vita, prima da giocatore, quindi da allenatore e, infine, d …
  • Miti del Rugby  0 commenti   4 anni fa

    Bryan Habana: l’incubo delle difese

    Considerato una delle ali più letali del rugby moderno, il sudafricano Bryan Habana è diventato campione del mondo nel 2007, lo stesso anno in cui l'IRB lo ha proclamato Player of the year.

    Considerato una delle ali più letali del rugby moderno, il sudafricano Bryan Habana è diventato campione del mondo nel 2007, lo stesso anno in cui l'IRB lo ha proclamato Player of the year.
  • Miti del Rugby  0 commenti   4 anni fa

    Victor Matfield: dove l'uomo incontra il cielo

    Victor Matfield, il più grande interprete nell’arte della touche, è il giocatore con più presenze per gli Springboks. Capitano in più riprese della nazionale e dei Bulls, questo seconda linea ha ottenuto tre vittorie nel Suepr Rugby, due titoli del

    Victor Matfield, il più grande interprete nell’arte della touche, è il giocatore con più presenze per gli Springboks. Capitano in più riprese della nazionale e dei Bulls, questo seconda linea ha otten …
  • Miti del Rugby  0 commenti   5 anni fa

    John Smit: le arti oscure della mischia

    John Smit, tallonatore e anche pilone, è il capitano che ha condotto gli Springboks a conquistare due titoli del Tri Nations, la serie con i British Lions e la Coppa del Mondo del 2007 in Francia.

    John Smit, tallonatore e anche pilone, è il capitano che ha condotto gli Springboks a conquistare due titoli del Tri Nations, la serie con i British Lions e la Coppa del Mondo del 2007 in Francia.
  • Miti del Rugby  0 commenti   5 anni fa

    Robbie Fleck: passione allo stato puro

    Il trequarti centro sudafricano Robbie Fleck possedeva tutte le qualità dell'atleta di livello mondiale ed è ricordato come uno dei più appassionati atleti che hanno indossato la divisa degli Springboks.

    Il trequarti centro sudafricano Robbie Fleck possedeva tutte le qualità dell'atleta di livello mondiale ed è ricordato come uno dei più appassionati atleti che hanno indossato la divisa degli Springbo …
  • Miti del Rugby  0 commenti   5 anni fa

    Percy Montgomery: tutto il bello del rugby

    Percy Montgomery è attualmente il terzo giocatore sudafricano per quanto riguarda il numero di caps, nonché il migliore marcatore nella storia degli Springboks.

    Percy Montgomery è attualmente il terzo giocatore sudafricano per quanto riguarda il numero di caps, nonché il migliore marcatore nella storia degli Springboks.
  • Miti del Rugby  0 commenti   5 anni fa

    Andrew Aitken: il piccolo flanker dal grande cuore

    Il sudafricano Andrew Aitken era ritenuto troppo piccolo per gli standard del moderno ruolo di flanker. Nessuno, però, può negare che egli sia stato un giocatore sublime.

    Il sudafricano Andrew Aitken era ritenuto troppo piccolo per gli standard del moderno ruolo di flanker. Nessuno, però, può negare che egli sia stato un giocatore sublime.
  • Miti del Rugby  0 commenti   6 anni fa

    Adrian Garvey: il turbo pilone

    Agile in spazio aperto e feroce in mischia, all’apice della carriera il sudafricano Adrian Garvey è stato sicuramente uno dei piloni destri più forti del mondo.

    Agile in spazio aperto e feroce in mischia, all’apice della carriera il sudafricano Adrian Garvey è stato sicuramente uno dei piloni destri più forti del mondo.

notizie più cliccate di Nazionale sudafricana di rugby

  • Miti del Rugby    0 commenti   6 anni fa

    Francois Pienaar: dove nasce l'arcobaleno

    Carismatico al punto giusto e grande professionista, il flanker sudafricano Francois Pienaar è il capitano che ha guidato gli Springboks alla vittoria nella Coppa del Mondo del 1995, contribuendo con questa impresa ad unire la Nazione Arcobaleno sotto u

  • Miti del Rugby    0 commenti   6 anni fa

    Naas Botha: la stella di Rovigo

    Naas Botha, un giocatore costituito da puro genio, il più fenomenale point scorer che il rugby sudafricano abbia mai conosciuto e l'atleta che ha portato alle stelle Rovigo.

  • Miti del Rugby    0 commenti   6 anni fa

    Chester Williams: la perla nera

    Ala di grandissime qualità tecniche, campione del mondo nel 1995, il sudafricano Chester Williams è diventato purtroppo famoso come il simbolo della lotta all’apartheid.

  • Rugby World Cup    0 commenti   2 mesi fa

    Gli stemmi della RWC 2019: lo Springbok del Sudafrica

    Il doppio simbolo sudafricano ha avuto delle influenze politiche

  • Miti del Rugby    0 commenti   5 anni fa

    Percy Montgomery: tutto il bello del rugby

    Percy Montgomery è attualmente il terzo giocatore sudafricano per quanto riguarda il numero di caps, nonché il migliore marcatore nella storia degli Springboks.

  • Miti del Rugby    0 commenti   4 anni fa

    Bryan Habana: l’incubo delle difese

    Considerato una delle ali più letali del rugby moderno, il sudafricano Bryan Habana è diventato campione del mondo nel 2007, lo stesso anno in cui l'IRB lo ha proclamato Player of the year.

  • Internazionale    0 commenti   1 anno fa

    Si ritira Jaque Fourie, il fulmine Springboks [VIDEO]

    Una leggenda del Sudafrica appende le scarpette al chiodo

  • Miti del Rugby    0 commenti   3 anni fa

    Schalk Burger: l’incredibile Hulk

    Campione del mondo nel 2007 con gli Springboks, il flanker Schalk Burger è una delle stelle del rugby moderno. Il ragazzo, poi, ha lottato e vinto contro gravi infortuni e malattie che ne hanno messo in pericolo la carriera e addirittura la vita.

  • Miti del Rugby    0 commenti   6 anni fa

    Danie Gerber: nel centro dell'azione

    Attaccante devastante e solido in difesa, il trequarti centro sudafricano Danie Gerber possedeva il raro mix di velocità, forza fisica e agilità. Un talento eccezionale, che a fine carriera ha vinto anche uno scudetto a L'Aquila.

  • Miti del Rugby    0 commenti   6 anni fa

    Frik du Preez: la leggenda degli Springboks

    Frik Du Preez, leggenda di prima grandezza del rugby sudafricano e mondiale, ha avuto come caratteristiche del suo gioco la grande forza atletica, la determinazione, la velocità, l'astuzia, l'abilità di gestione della palla e la notevole capacità d

  • Miti del Rugby    0 commenti   2 anni fa

    Gary Teichmann: e l'ottavo giorno Dio creò Teich

    Il Numero 8 Gary Teichmann è stato capitano della propria nazionale in 39 partite, tra il 1996 e il 1999, con 26 di queste terminate in vittoria; una percentuale che ha fatto di lui uno degli skipper sudafricani di maggior successo di sempre.

  • Miti del Rugby    0 commenti   2 anni fa

    Brendan Venter: l'anestesista

    Medico anestesista, campione del mondo con gli Springboks nel 1995, Brendan Venter è stato scelto da Conor O'Shea per curare la difesa della nazionale italiana in vista del Sei nazioni 2017.