notizie in primo piano di Anni 2010

Miti del Rugby    0 commenti   2 anni fa

Juan Martin Hernandez: El Mago

Conosciuto come El Mago, l'estremo, apertura e trequarti centro argentino Juan Martine Hernàndez è considerato uno dei migliori giocatori dell'epoca moderna.

Conosciuto come El Mago, l'estremo, apertura e trequarti centro argentino Juan Martine Hernàndez è considerato uno dei migliori giocatori dell'epoca moderna.
Miti del Rugby    0 commenti   2 anni fa

Fabio Ongaro: standing ovation

Flanker agli esordi e poi tallonatore, Fabio Ongaro ha guadagnato 81 caps per la nostra nazionale, uno dei quali da capitano, ha preso parte a tre edizioni della Coppa del Mondo e ha giocato nove anni di Sei Nazioni, dal 2003 al 2012.

Flanker agli esordi e poi tallonatore, Fabio Ongaro ha guadagnato 81 caps per la nostra nazionale, uno dei quali da capitano, ha preso parte a tre edizioni della Coppa del Mondo e ha giocato nove anni di Sei Nazioni, dal 2003 al 2012.
Miti del Rugby    0 commenti   2 anni fa

Andrea Masi: duro come la roccia

In una carriera durata sedici anni Andrea Masi ha vestito tutte le maglie che vanno dalla numero 10 alla numero 15, ha partecipato a quattro edizioni della Coppa del Mondo e ad oggi è l’unico italiano ad essersi meritato il titolo di “miglior giocat

In una carriera durata sedici anni Andrea Masi ha vestito tutte le maglie che vanno dalla numero 10 alla numero 15, ha partecipato a quattro edizioni della Coppa del Mondo e ad oggi è l’unico italiano ad essersi meritato il titolo di “miglior giocatore del Sei Nazi …
Miti del Rugby    0 commenti   3 anni fa

Andrea Lo Cicero: il Barone rampante

Andrea Lo Cicero è stato uno dei più importanti membri della squadra azzurra, nonché figura onnipresente attraverso il viaggio che l’Italia ha intrapreso nei primi tredici anni di Sei Nazioni.

Andrea Lo Cicero è stato uno dei più importanti membri della squadra azzurra, nonché figura onnipresente attraverso il viaggio che l’Italia ha intrapreso nei primi tredici anni di Sei Nazioni.
Miti del Rugby    0 commenti   3 anni fa

Schalk Burger: l’incredibile Hulk

Campione del mondo nel 2007 con gli Springboks, il flanker Schalk Burger è una delle stelle del rugby moderno. Il ragazzo, poi, ha lottato e vinto contro gravi infortuni e malattie che ne hanno messo in pericolo la carriera e addirittura la vita.

Campione del mondo nel 2007 con gli Springboks, il flanker Schalk Burger è una delle stelle del rugby moderno. Il ragazzo, poi, ha lottato e vinto contro gravi infortuni e malattie che ne hanno messo in pericolo la carriera e addirittura la vita.
Miti del Rugby    0 commenti   3 anni fa

Thierry Dusautoir: una macchina per placcare

Re del placcaggio, Thierry Dusautoir detiene il record per il maggior numero di partite da capitano con la nazionale francese e nel 2011 è stato eletto miglior giocatore del mondo.

Re del placcaggio, Thierry Dusautoir detiene il record per il maggior numero di partite da capitano con la nazionale francese e nel 2011 è stato eletto miglior giocatore del mondo.
Miti del Rugby    0 commenti   3 anni fa

Ma’a Nonu: lo scardinatore di difese

Due titoli di campione del mondo, altrettanti slam conquistati in tour nel Regno Unito, 103 caps e 31 mete fanno di Nonu uno dei più grandi atleti ad avere vestito la maglia degli All Blacks.

Due titoli di campione del mondo, altrettanti slam conquistati in tour nel Regno Unito, 103 caps e 31 mete fanno di Nonu uno dei più grandi atleti ad avere vestito la maglia degli All Blacks.
Miti del Rugby    0 commenti   3 anni fa

Mauro Bergamasco: il gladiatore

Mauro Bergamasco è il pilastro del rugby italiano. Con quindici anni di Sei Nazioni e cinque mondiali sulle spalle il flanker è sicuramente, insieme a pochi altri, l’emblema del rugby azzurro nel mondo.

Mauro Bergamasco è il pilastro del rugby italiano. Con quindici anni di Sei Nazioni e cinque mondiali sulle spalle il flanker è sicuramente, insieme a pochi altri, l’emblema del rugby azzurro nel mondo.

ultime notizie di Anni 2010

  • Miti del Rugby  0 commenti   4 anni fa

    Adam Jones: bomba ad orologeria

    Il pilone Adam Jones ha totalizzato 100 presenze internazionali: 95 per il Galles, conquistando quattro titoli del Sei nazioni e tre volte il Grande Slam, e 5 per i Lions, con i quali ha preso parte a due tour.

    Il pilone Adam Jones ha totalizzato 100 presenze internazionali: 95 per il Galles, conquistando quattro titoli del Sei nazioni e tre volte il Grande Slam, e 5 per i Lions, con i quali ha preso parte a …
  • Miti del Rugby  0 commenti   4 anni fa

    Bryan Habana: l’incubo delle difese

    Considerato una delle ali più letali del rugby moderno, il sudafricano Bryan Habana è diventato campione del mondo nel 2007, lo stesso anno in cui l'IRB lo ha proclamato Player of the year.

    Considerato una delle ali più letali del rugby moderno, il sudafricano Bryan Habana è diventato campione del mondo nel 2007, lo stesso anno in cui l'IRB lo ha proclamato Player of the year.
  • Miti del Rugby  0 commenti   4 anni fa

    Sergio Parisse: il principe azzurro

    Sergio Parisse è considerato uno dei migliori giocatori ad avere indossato la maglia della nazionale azzurra. Capitano dal 2008, fino ad oggi il Numero 8 ha disputato dodici edizioni del Sei Nazioni e tre Coppe del Mondo. Per due volte Parisse ha ricevu

    Sergio Parisse è considerato uno dei migliori giocatori ad avere indossato la maglia della nazionale azzurra. Capitano dal 2008, fino ad oggi il Numero 8 ha disputato dodici edizioni del Sei Nazioni e …
  • Miti del Rugby  0 commenti   4 anni fa

    Paul O'Connell: quando avanza la torre

    Paul O'Connell, una delle migliori seconde linee del rugby moderno, vanta tre vittorie nel Sei Nazioni con la nazionale irlandese e tre tour per i British & Irish Lions, uno dei quali da capitano. Con il Munster O’Connell ha conquistato tre volte il ca

    Paul O'Connell, una delle migliori seconde linee del rugby moderno, vanta tre vittorie nel Sei Nazioni con la nazionale irlandese e tre tour per i British & Irish Lions, uno dei quali da capitano. Con …
  • Miti del Rugby  0 commenti   4 anni fa

    Victor Matfield: dove l'uomo incontra il cielo

    Victor Matfield, il più grande interprete nell’arte della touche, è il giocatore con più presenze per gli Springboks. Capitano in più riprese della nazionale e dei Bulls, questo seconda linea ha ottenuto tre vittorie nel Suepr Rugby, due titoli del

    Victor Matfield, il più grande interprete nell’arte della touche, è il giocatore con più presenze per gli Springboks. Capitano in più riprese della nazionale e dei Bulls, questo seconda linea ha otten …
  • Miti del Rugby  0 commenti   4 anni fa

    Doug Howlett: sulle ali del vento

    Doug Howlett è il trequarti ala più prolifico nella storia degli All Blacks e vanta titoli sia nell'Emisfero Sud, con gli Auckland Blues, sia per l'Emifero Nord, con il Munster.

    Doug Howlett è il trequarti ala più prolifico nella storia degli All Blacks e vanta titoli sia nell'Emisfero Sud, con gli Auckland Blues, sia per l'Emifero Nord, con il Munster.
  • Miti del Rugby  0 commenti   4 anni fa

    John Smit: le arti oscure della mischia

    John Smit, tallonatore e anche pilone, è il capitano che ha condotto gli Springboks a conquistare due titoli del Tri Nations, la serie con i British Lions e la Coppa del Mondo del 2007 in Francia.

    John Smit, tallonatore e anche pilone, è il capitano che ha condotto gli Springboks a conquistare due titoli del Tri Nations, la serie con i British Lions e la Coppa del Mondo del 2007 in Francia.
  • Miti del Rugby  0 commenti   4 anni fa

    Paul Griffen: i kiwi maturano a Calvisano

    Nato in Nuova Zelanda, Paul Griffen è diventato una leggenda in Italia, soprattutto a Calvisano, squadra con la quale ha disputato nove finali scudetto, vincendone quattro.

    Nato in Nuova Zelanda, Paul Griffen è diventato una leggenda in Italia, soprattutto a Calvisano, squadra con la quale ha disputato nove finali scudetto, vincendone quattro.

notizie più cliccate di Anni 2010

  • Miti del Rugby    0 commenti   2 anni fa

    Andrea Masi: duro come la roccia

    In una carriera durata sedici anni Andrea Masi ha vestito tutte le maglie che vanno dalla numero 10 alla numero 15, ha partecipato a quattro edizioni della Coppa del Mondo e ad oggi è l’unico italiano ad essersi meritato il titolo di “miglior giocat

  • Miti del Rugby    0 commenti   6 anni fa

    Jonny Wilkinson: condannato alla perfezione

    Jonny Wilkinson sarà sempre ricordato come l'uomo che col suo calcio ha fatto entrare l'Inghilterra nell’elenco dei vincitori della Coppa del Mondo di rugby, ma quel momento è solo il punto culminante di una carriera straordinaria.

  • Miti del Rugby    0 commenti   3 anni fa

    Andrea Lo Cicero: il Barone rampante

    Andrea Lo Cicero è stato uno dei più importanti membri della squadra azzurra, nonché figura onnipresente attraverso il viaggio che l’Italia ha intrapreso nei primi tredici anni di Sei Nazioni.

  • Miti del Rugby    0 commenti   4 anni fa

    Paul Griffen: i kiwi maturano a Calvisano

    Nato in Nuova Zelanda, Paul Griffen è diventato una leggenda in Italia, soprattutto a Calvisano, squadra con la quale ha disputato nove finali scudetto, vincendone quattro.

  • Miti del Rugby    0 commenti   2 anni fa

    Fabio Ongaro: standing ovation

    Flanker agli esordi e poi tallonatore, Fabio Ongaro ha guadagnato 81 caps per la nostra nazionale, uno dei quali da capitano, ha preso parte a tre edizioni della Coppa del Mondo e ha giocato nove anni di Sei Nazioni, dal 2003 al 2012.

  • Miti del Rugby    0 commenti   3 anni fa

    Mauro Bergamasco: il gladiatore

    Mauro Bergamasco è il pilastro del rugby italiano. Con quindici anni di Sei Nazioni e cinque mondiali sulle spalle il flanker è sicuramente, insieme a pochi altri, l’emblema del rugby azzurro nel mondo.

  • Miti del Rugby    0 commenti   6 anni fa

    Carlos Spencer: il funambolo degli All Blacks

    Le giocate sfrontate, la velocità, i lampi di genio, sono queste le caratteristiche che hanno fatto di Carlos Spencer uno dei giocatori più amati del nostro tempo.

  • Miti del Rugby    0 commenti   2 anni fa

    Juan Martin Hernandez: El Mago

    Conosciuto come El Mago, l'estremo, apertura e trequarti centro argentino Juan Martine Hernàndez è considerato uno dei migliori giocatori dell'epoca moderna.

  • Miti del Rugby    0 commenti   4 anni fa

    Bryan Habana: l’incubo delle difese

    Considerato una delle ali più letali del rugby moderno, il sudafricano Bryan Habana è diventato campione del mondo nel 2007, lo stesso anno in cui l'IRB lo ha proclamato Player of the year.

  • Miti del Rugby    0 commenti   4 anni fa

    Sergio Parisse: il principe azzurro

    Sergio Parisse è considerato uno dei migliori giocatori ad avere indossato la maglia della nazionale azzurra. Capitano dal 2008, fino ad oggi il Numero 8 ha disputato dodici edizioni del Sei Nazioni e tre Coppe del Mondo. Per due volte Parisse ha ricevu

  • Miti del Rugby    0 commenti   6 anni fa

    Brian O'Driscoll: sovrano d'Irlanda

    Considerato all’unanimità il miglior trequarti centro del mondo, l'irlandese Brian O'Driscoll possiede doti che combinano pura determinazione, brillanti qualità difensive, attacchi efficaci e mentalità vincente.

  • Miti del Rugby    0 commenti   3 anni fa

    Schalk Burger: l’incredibile Hulk

    Campione del mondo nel 2007 con gli Springboks, il flanker Schalk Burger è una delle stelle del rugby moderno. Il ragazzo, poi, ha lottato e vinto contro gravi infortuni e malattie che ne hanno messo in pericolo la carriera e addirittura la vita.