1 mese fa 06/11/2018 13:53

Serie B: conferme al vertice dei Gironi

La review della 4° giornata di Serie B

La quarta giornata di Serie B ha registrato la conferma al vertice per Monferrato (Girone 1), Romagna (Girone 2) e Casale (Girone 3), le uniche squadre della categoria ancora a punteggio pieno, mentre al Sud ha perso la prima partita il Villa Pamphili, battuta nel derby dalla Capitolina, e con essa il primato nel Girone 4 a vantaggio del Napoli Afragola. Prime vittorie stagionali invece per Cus Siena (Girone 2) e Avezzano (Girone 4).

Risultati e classifiche di Serie B

 

GIRONE 1

Anticipo carico di emozioni allo stadio Crespi di Milano, dove l’Amatori&Union ha tenuto sotto scacco il quotato Amatori Capoterra che solo con un guizzo finale è riuscito a strappare un importante successo esterno. Match giocato punto a punto, con i padroni di casa allenati da Quadrio avanti 23-17 fino a pochi minuti da termine quando la meta di Ferrarese trasformata da Stara ha ribaltato il punteggio sul definitivo 23-24.

Bel confronto anche in quel di Sondrio, dove però l’equilibrio è saltato nella ripresa quando I Centurioni Lumezzane hanno accelerato il passo conquistando il bonus (mete di Cuello, Berardi, Bandera e Azzini più una tecnica) e chiudendo sul 22-38. Come i sardi di Villagra (con cui dovrà confrontarsi nel recupero della I giornata), i bresciani di Filippini salgono a 14 punti, all’inseguimento delle prime della classe.

In vetta rimane il Monferrato, unico team del girone a punteggio pieno. I piemontesi hanno sbancato il terreno della matricola Amatori Genova, che resta fanalino di coda ancora a secco di punti nonostante la prima mezzora giocata da protagonista. Poi è salita in cattedra la squadra ospite, a segno quattro volte con Kiptiu, Cainza, Heymans e coach Mandelli oltre ai calci precisi di Zucconi, per il 7-31 finale.

Successo con bonus anche per le inseguitrici Everest Piacenza e Rovato Nordival, che restano a tre punti dalla capolista. Gli emiliani sono passati 34-22 in casa del Varese aprendo le marcature con Bara e prendendo il largo con un poker di Marazzi, che ne aveva segnate quattro anche alla prima giornata e vanta finora 11 mete. Bella prova comunque dei lombardi, che si consolano con il bonus offensivo. Rovato ha invece mantenuto l’imbattibilità rispedendo al mittente il Tutto Cialde Lecco per 32-14. Sei le mete dei bresciani, con l’estremo De Carli sugli scudi con una tripletta e soddisfazione per Abeni, Quaglia e Milani.

Ha mantenuto le aspettative di match vibrante anche Probiotical Amatori Novara-Bergamo 1950, terminato 22-25 per gli ospiti che centrano la seconda vittoria consecutiva in casa di una concorrente per la salvezza. Gli orobici hanno fatto la differenza nella ripresa, segnando due volte e stroncando la rimonta dei padroni di casa con un intercetto taglia gambe, prima di difendersi dagli assalti del Novara che deve accontentarsi di un punto

 

GIRONE 2

Non accenna a rallentare il Romagna Rfc, che primeggia con un ruolino di marcia impeccabile da 20 punti in quattro partite. I rossoneri di coach Luci hanno affondato l’Amatori Parma espugnando gli impianti di Moletolo per 34-13. Dopo un primo tempo chiuso sul 13-14 (meta di Martinelli e una tecnica per gli ospiti, di Bertozzi per i parmensi) i romagnoli hanno dilagato nella ripresa segnando con Bertoni, Buzzone e Sgarzi.

A tallonare da vicino la capolista è il Florentia, a quota 19. I fiorentini di Ferraro non hanno avuto grossi problemi a Rieti portando a casa vittoria e bonus per 34-6. Mete di Nannini, Timperanza, Zonta e Boggiani, tutte trasformate da Valente autore anche di due piazzati.

L’altra squadra sempre vincente è il Civitavecchia Centumcellae, a quota 15 in virtù della penalizzazione iniziale. I biancorossi laziali sono passati come uno schiacciasassi sul campo del fanalino di coda Vasari Arezzo, ancora a secco di punti. La squadra di Granatelli e Tronca si è imposta 53-12 con tripletta di Gentili, doppiette di Onofri e Crinò e mete di De Gaspari e Cerquozzi, concedendo due mete agli aretini nel finale.

Positiva anche la trasferta bolognese del Livorno, che ha espugnato il terreno del Reno per 33-7. Merani, Bufalini, De Donato, Cristiglio e Pellegrini gli autori delle marcature per i labronici, mentre i padroni di casa hanno strappato nel finale la meta dell’orgoglio con Minore.

Il derby emiliano tra Giacobazzi Modena e Parma 1931 si è risolto con un successo di misura dei padroni di casa. I biancoverdi di Ivanciuc hanno fatto la differenza grazie a una trasformazione in più in un match caratterizzato da marcature speculari. Decisivi per sancire il definitivo sorpasso sul 17-15 la meta di Guadagnini e il piazzato negli ultimi minuti di Michelini, dopo che i gialloblù di Pascu e Gutierrez erano riusciti ad andare oltre il break segnando con Pelagatti e dalla piazzola con Righi Riva.

Domenica storica infine per il Cus Siena, che davanti ai propri sostenitori ha colto la prima vittoria in Serie B a spese dello Jesi 1970. Il confronto tra neopromosse ha visto i toscani di coach Sacrestano chiudere i conti nel primo tempo, in cui ha segnato tutti i punti del 19-0 con cui si è concluso il match, grazie alle mete di Buonazia, su calcetto a seguire di Rossi, e di Tanzini e Comandi in maul da rimessa laterale.

 

GIRONE 3

Il Dopla Casale di Santamaria e Stevanato rinforza la sua candidatura a leader del girone con la quarta vittoria consecutiva battendo 27-12 il temibile Bologna 1928, che scivola così al quarto posto. Il big match di giornata si è aperto con la meta in carrettino del tallonatore trevisano Carnio, poi Girotto e Abram scavano il margine mentre i felsinei si riportano sotto segnando con Signora ma nulla possono nel finale contro il pack biancorosso che sfonda con Marafatto centrando il bonus.

Continua a vincere anche il Roccia Rubano, che però perde un punto rispetto alla capolista. I padovani di Palandrani, Colleselli e Baraldo salgono a quota 18 punti violando lo stadio di Mira, grazie a tre mete segnate nei primi 40 minuti con Bortoletti, Rampazzo e Fincato. Nella ripresa è però tornato alla ribalta il Riviera, negando ai cinghiali la quarta marcatura e strappando il bonus difensivo, nel 12-19 finale, grazie alla meta di Moroso.

Al terzo posto si porta il Mirano 1957, che con un guizzo finale è riuscito ad espugnare gli impianti universitari di Padova. Un match equilibrato, che sembrava appannaggio del Cus padrone di casa, avanti 12-10 fino a due minuti da termine. La mischia dei veneziani, già a segno nel primo tempo, si è rivelata l’arma vincente costringendo al giallo i patavini e guadagnando un’altra tecnica prima che Bonaldo nel recupero togliesse agli amaranto-oro anche il bonus difensivo, fissando il finale sul 12-20.

Secondo successo consecutivo per il Villorba che però se l’è vista brutta a Bondanello di Moglia. I gialloblù trevisani, in meta con Gasparini nel primo tempo, devono ringraziare la buona vena nei calci dell’apertura Banzato, che dopo aver livellato il punteggio ha infilato nell’acca il calcio del 16-19 allo scadere, beffando il Viadana cadetto che si era portato avanti con la marcatura pesante di Chaabane e con il piede di Donica.

Vince anche l’altra formazione della Marca, la cadetta del Mogliano, corsara in casa del Venjulia Trieste (15-23 il finale). I biancoblu di Girotto hanno fatto la differenza nel primo tempo segnando con Mengotti e Fiorini, autore anche di 13 punti al piede.

Partita in bilico fino all’ultimo al Payanini Center di Verona, dove i cadetti scaligeri hanno mancato di poco la prima affermazione stagionale, cedendo 12-16 ed accontentandosi perciò del bonus difensivo. Sorride il Cus Ferrara, che torna a casa con 4 punti preziosi con cui si porta in sesta posizione.

 

GIRONE 4

La Capitolina fa saltare l’imbattibilità dell’Arvalia Villa Pamphili, portandosi al terzo posto in classifica con 16 punti proprio alle spalle dei cugini del Corviale. Sul campo dell’Unione, inzuppato dalla pioggia, si è giocato un derby avvincente e tirato, concluso sul 27-24 con quattro mete per parte che portano in dote cinque punti ai padroni di casa e due ai biancoverdi di Corviale, che scivolano così in seconda posizione con 17 punti.

Ad approfittare del passo falso dei romani è il Napoli Afragola, che si è portato al comando con 18 punti schiacciando il Frascati Union con il punteggio di 45-11. Al Villaggio Edison di Bagnoli i campani hanno marcato sette volte dopo aver subito nei primi minuti due drop dell’apertura frascatana.

Si è invece fatto sorprendere a Messina il Polisportiva Paganica, quarto a quota 15 grazie al bonus difensivo. Il CLC si è confermato una pericolosa mina vagante, punendo gli abruzzesi con due calci di Solano nei minuti conclusivi che hanno fissato il risultato sul 25-20. Tre mete per parte: di Durante, Miduri e Privitera per i siciliani di Lo Re e Capodici, di Colaiuda, Andreucci e Cinque per gli ospiti allenati da Rotellini.

Ha colto invece il primo successo della stagione l’altra formazione abruzzese, l’Avezzano, che ha regolato con un convincente 38-18un Cus Catania che la domenica prima aveva sfiorato il colpaccio sul Napoli Afragola. Comincia dunque a fare effetto la cura di Pierpaolo Rotilio, da quest’anno alla guida dei gialloneri marsicani che salgono a 7 punti allontanandosi dai bassifondi.

In coda, a -4, c’è sempre l’Arechi rimasto l’unica compagine ancora a secco di vittorie e punti guadagnati. Il XV salernitano ha ceduto il passo 3-22 alla Roma Olimpic Club 1930 di coach Paladini che incassa la seconda vittoria consecutiva – dopo l’acceso derby vinto di misura sulla Capitolina – e sale a 5 punti in classifica.

Ritrova infine la via del successo il Frascati Rugby Club 2015, che però ha dovuto faticare parecchio prima di piegare 24-12 la Partenope nel fango dello stadio di Cocciano, reso pesantissimo dalla pioggia. I tuscolani di Mazzi e Giacci salgono a 11 punti, in quinta posizione, mentre i napoletani di Reyna incassano il bonus arrivando a quota 6.

 

 

Risultati e classifiche di Serie B

Foto Romagna Rugby

 

 

Visita Rugbymeet Shop e scopri tutte le offerte

notizie correlate

Serie C2: l’occhio sui campionati regionali

Serie C2: l’occhio sui campionati regionali

Da nord a sud l’analisi sui campionati di Serie C2
Serie C1: prime qualificate al girone Promozione

Serie C1: prime qualificate al girone Promozione

Il punto sulla 8° giornata di Serie C1
I Procuratori del rugby: Marco Martello

I Procuratori del rugby: Marco Martello

“Previdenza e risparmio sono concetti difficili e noiosi ma che i ragazzi hanno bisogno di affrontare prima di quanto credano.”
Serie C 2: chi scende e chi sale nei campionati regionali

Serie C 2: chi scende e chi sale nei campionati regionali

L’approfondimento sui campionati regionali di Serie C2

Rugby Win

  • Rugbywin Championship 2018/2019  

    RUGBYWIN

    Cos'è RugbyWin?

    RygbyWin è il gioco che mette alla prova la tua conoscenza del rugby nazionale e internazionale!

    Chi vince e chi perde? Ogni settimana testeremo la vostra abilità proponendovi 10 partite a cui darete il vostro pronostico. La classifica settimanale determinerà i migliori Rugbymeeters della giornata mentre la classifica generale di fine stagione decreterà il vincitore dell’anno.

    Cosa aspetti? Gioca con noi, il migliore riceverà a casa il regalo della settimana! 

ultime notizie di Serie B

notizie più cliccate di Serie B