6 mesi fa 25/04/2019 01:56

Richie McCaw: come si diventa campioni? Imparando dalle sconfitte

All Blacks - Trasformare la pressione in privilegio

La leggenda del rugby mondiale, il numero 7 per antonomasia, l’ex capitano due volte campione del mondo con gli All Black Richie McCaw ha ammesso che la sconfitta nei quarti di finale della Coppa del Mondo 2007 contro la Francia a Cardiff è stata la "cosa migliore" che gli sia mai capitata nella sua carriera.

Gli All Blacks del 2007, come nel 1999, erano i super favoriti per la vittoria della Rugby World Cup dopo aver vinto, qualche mese prima, il Tri-Nations e la Bledisloe Cup.

In una recente intervista l'arbitro Wayne Barnes ha ammesso che la decisione di non chiamare un passaggio in avanti nell’azione cruciale di quella partita è stato il suo più grande rimpianto arbitrale (leggi qui). Al Millennium Stadium di Cardiff la Francia vince 20-18 eliminando gli All Blacks dal Mondiale.

Ricordiamo ancora oggi la faccia di McCaw nella conferenza stampa post partita, si metteva le mani in faccia dalla vergogna pensando all’umiliazione subita per tutto il popolo neozelandese. Ma il numero 7 in maglia nera, la terza linea lato aperto tutto placcaggi e sacrificio, ha continuato a guidare gli All Blacks vincendo la Coppa del Mondo 2011 e 2015, prima di ritirarsi come il recordman internazionale di presenze con 148 caps.

“Quando qualcuno mi chiede qual è la cosa peggiore che mi sia successa nella mia carriera rispondo: “la sconfitta con la Francia nei quarti di finale ai Mondiali del 2007”. Ma ripensandoci quella è stata una delle cose migliori che mi siano mai capitate ha dichiarato Richie McCaw al podcast di A Few Hard Men.

“Perché senza quella sconfitta forse non avrei lavorato tanto per ottenere le vittorie degli otto anni successivi. Non credo che gli All Blacks avrebbero avuto tanto successo nei seguenti due Mondiali senza essere passati da quella tremenda sconfitta.”

“Sì, all'epoca è stato difficile, ma tutto quello che abbiamo imparato da quella sconfitta, il percorso che abbiamo duramente intrapreso per rialzarci e le conseguenti vittorie non sarebbero arrivate se non avessimo attraversato tutto ciò.”

Quella volta abbiamo capito quanto sia difficile vincere un Mondiale. Ci ha messi nella giusta prospettiva. Da quel giorno in poi non hai mai dato niente per scontato.”

 

L'ex seconda linea All Blacks Ali Williams, un gigante di 2,02 metri, ha ammesso che ci sono stati grossi cambiamenti nella preparazione degli All Blacks da quando vennero sconfitti alla Rugby World Cup 2007.

Gli All Blacks sono riusciti a trasformare la pressione in privilegio e sono tornati a vincere la Coppa del Mondo nel 2011, una Coppa che mancava dal 1987, anno del primo mondiale giocato proprio in Nuova Zelanda.

 

 

Foto Elena Barbini

 

 

notizie correlate

Sono passati 10 anni dalla storica Italia-All Blacks di San Siro

Sono passati 10 anni dalla storica Italia-All Blacks di San Siro

Ricordo positivo per l’intera nazione e per il mondo del rugby in generale
Aaron Cruden tornerà in Nuova Zelanda per il Super Rugby 2020

Aaron Cruden tornerà in Nuova Zelanda per il Super Rugby 2020

Pronto per lui il ritorno agli Chiefs, in vista della prossima stagione
I ringraziamenti di Sonny Bill Williams agli All Blacks [VIDEO]

I ringraziamenti di Sonny Bill Williams agli All Blacks [VIDEO]

Prima della partenza per il Canada SBW ringrazia gli All Blacks
All Blacks: la fine di un'Era

All Blacks: la fine di un'Era

Si chiude un glorioso capitolo della storia dei tutti neri
Sonny Bill Williams regala le scarpe al piccolo tifoso [VIDEO]

Sonny Bill Williams regala le scarpe al piccolo tifoso [VIDEO]

Il giocatore neozelandese, alla sua ultima partita internazionale, regala le scarpe ad un ragazzino
L’ex capitano di Inghilterra e Northampton Dylan Hartley si ritira con effetto immediato

L’ex capitano di Inghilterra e Northampton Dylan Hartley si ritira con effetto immediato

Il tallonare più presente della storia inglese dice addio al professionismo a 33 anni

Rugby Win

  • Rugbywin Championship 2019/2020  

    RUGBYWIN

    Cos'è RugbyWin?

    RygbyWin è il gioco che mette alla prova la tua conoscenza del rugby nazionale e internazionale!

    Chi vince e chi perde? Ogni settimana testeremo la vostra abilità proponendovi 10 partite a cui darete il vostro pronostico. La classifica settimanale determinerà i migliori Rugbymeeters della giornata mentre la classifica generale di fine stagione decreterà il vincitore dell’anno.

    Cosa aspetti? Gioca con noi, il migliore riceverà a casa il regalo della settimana! 

ultime notizie di Internazionale

notizie più cliccate di Internazionale