1 anno fa 02/09/2018 08:33

Gli All Blacks andrebbero bene in NFL?

I neozelandesi che potrebbero cavarsela con il football americano

Qualche giorno fa, sulle pagine del NZHerald, è apparso un articolo molto interessante intitolato Could any All Blacks make the jump to American Football? in cui si è cercato, con occhio critico, di individuare quei ABs in grado di vestire una maglia in NFL.

Di neozelandesi nel massimo campionato degli States ce ne sono stati: l'ultimo è il caso di Paul Lasike, recentemente passato al rugby, che ha fatto parte dei roster degli Arizona Cardinals e dei Chicago Bears. Caso più interessante è quello di Stephan Paea, un molosside di 136 kg, defensive tackle dei Dallas Cowboys, con un passato ai Chicago Bears, Washington Redskins e Cleveland Browns. Ma chi ha fatto davvero carriera in NFL è stato il linebacker Riki Ellison, originario di Christchurch, vincitore di tre Super Bowl con i San Francisco 49ers.

Si tratta di sportivi che hanno scelto di base la strade dell'American Football; ma effettivamente chi tra gli All Blacks potrebbe entrare in NFL in base alle skills acquisite giocando a rugby. Inutile dirlo che tra football americano e rugby ci sono notevole differenze in ambito skills, ma entrambi questi sport pretendono una preparazione atletica e un fitness di alto livello. 

Pertanto vediamo quanto il fitness degli All Blacks possa essere sufficiente a giocare in NFL.

 

Thight End (ricevitore, placcatore e occasionalmente ball carrier)

peso medio: 108 kg   

altezza media: 193 cm

giocatori ideali: Shannon Frizell, Sonny Bill Williams

Flanker degli Highlanders Frizell ha le doti atletiche necessarie per questo ruolo: ottimo placcatore nonchè ball carrier oltre che le misure ideali per la posizione in questione (195 cm per 108 kg); Williams ci sta per le misure (196 cm per 109 kg) e se come ball carrier e ricevitore possiede ottime qualità di contro potrebbe avere dei problemi in fase difensiva nei "block".

 

Running Back (ball carrier, occasionalmente ricevitore)

altezza media: 177-188 cm

peso medio: 105 kg

giocatori ideali: Jack Goodhue, Waisake Naholo, Ngani Laumape, Nathan Harris

Il running back è associato ampiamente al ruolo del centro: un giocatore fisicamente compatto dotato di velocità e resistenza fisica ai placcaggi, spesso e volentieri è colui che risolve le giocate conquistando il down. Chi se non giocatori come Waisake Naholo o Ngani Laumape possono ricoprire questo ruolo. Nathan Harris, tallonatore, potrebbe avere problemi sulle corse ma di certo non in ricezione.

 

Wide receiver/Cornerback (ricezione/intercetto,copertura difensiva)

altezza media: 177-198 cm

peso medio: 85-105 kg

giocatori ideali: Beauden Barrett, Waisake Naholo, Jack Goodhue, Sonny Bill Williams, Rieko Ioane, Nehe Milner-Skudder, Ben Smith

Siamo in zona offensiva. Il Wide Receiver è un ruolo assimilabile all'ala e all'estremo, in quanto è colui che riceve l'ovale e avvia la corsa offensiva. Il Cornerback è il suo diretto avversario: è colui che ha il compito di marcare il Wide Receiver e intercettare l'ovale. Entrambi questi ruoli richiedono giocatori dotati di leve lunghe e velocità. E qui gli All Blacks possono contare su un numero invidiabile di giocatori. Qui riportiamo soltanto alcuni dei giocatori che potrebbero ricoprire questo ruolo, ma la lista è bella che lunga. 

 

Offensive e Defensive lineaman (blocchi e spinta)

altezza media: 188-207 cm

peso medio: 125-160 kg

giocatori ideali: Ofa Tu'ungafasi, Karl Tu'inukuafe

Sono i giganti del football americano. Giocatori di peso che hanno il compito di proteggere/placcare il quarterback. Tra gli All Blacks sembrano esserci due pretendenti: Tu'ungafasi e Tu'inukuafe, dal peso di 125 e 136 kg rispettivamente. 

 

Kicker e punter (calciare)

giocatori ideali: Richie Mo'unga, Beauden Barrett, Jordie Barrett, Damian McKenzie

Lo special team è il gruppo di giocatori che si occupa dei calci piazzati (field goal) e del punt. In entrambi i casi è fondamentale la precisione e la gittata. Anche in questo i reparto i neozelandesi sono coperti.

 

Siamo ora giunti al ruolo cardine del football americano. Il Quarterback. Perchè a dispetto di quello che si possa pensare gli ABs non hanno uno specialista in questo reparto. Un vero problema dal momento che questa è la posizione regina del football, da cui partono le direttive per la manovra offensiva. Ma non soltanto: il quarterback è, a tutti gli effetti, il capitano della squadra, il leader indiscusso dello spogliatoio e in campo. E per quanto Kieran Read abbia carisma da vendere, fra le sue skills non c'è la capacità di passare in avanti con precisione. Ed è qui che troviamo il confine indissolubile tra rugby e football. Perchè le abilità di passaggio e di lancio acquisita dai rugbysti non è equiparabile alla tecnica di lancio necessaria nell'american football.

notizie correlate

Dubai 7s, il Sudafrica vince la prima tappa delle World Series [VIDEO]

Dubai 7s, il Sudafrica vince la prima tappa delle World Series [VIDEO]

Bene Samoa che chiude al 4° posto, le Black Ferns vincono il torneo femminile
In edicola Allrugby numero 142

In edicola Allrugby numero 142

Riflessioni a bocce ferme della spedizione italiana e delle grandi deluse, in primis la Nuova Zelanda
Steve Hansen riparte dalla Top League giapponese

Steve Hansen riparte dalla Top League giapponese

Ritroverà Kiran Read e ci sono nuove indiscrezioni sul futuro della panchina All Blacks
Spagna-Classic All Blacks in campo al Wanda Metropolitano di Madrid

Spagna-Classic All Blacks in campo al Wanda Metropolitano di Madrid

Le due selezioni si affronteranno il 29 maggio 2020 in un incontro di beneficienza
Sono passati 10 anni dalla storica Italia-All Blacks di San Siro

Sono passati 10 anni dalla storica Italia-All Blacks di San Siro

Ricordo positivo per l’intera nazione e per il mondo del rugby in generale
Aaron Cruden tornerà in Nuova Zelanda per il Super Rugby 2020

Aaron Cruden tornerà in Nuova Zelanda per il Super Rugby 2020

Pronto per lui il ritorno agli Chiefs, in vista della prossima stagione
A segno Jake Polledri nel fine settimana di Champions Cup

A segno Jake Polledri nel fine settimana di Champions Cup

Tutti i risultati della 3° giornata di Champions Cup

Rugby Win

  • Rugbywin Championship 2019/2020  

    RUGBYWIN

    Cos'è RugbyWin?

    RygbyWin è il gioco che mette alla prova la tua conoscenza del rugby nazionale e internazionale!

    Chi vince e chi perde? Ogni settimana testeremo la vostra abilità proponendovi 10 partite a cui darete il vostro pronostico. La classifica settimanale determinerà i migliori Rugbymeeters della giornata mentre la classifica generale di fine stagione decreterà il vincitore dell’anno.

    Cosa aspetti? Gioca con noi, il migliore riceverà a casa il regalo della settimana! 

ultime notizie di Internazionale

notizie più cliccate di Internazionale