6 anni fa 01/02/2013 21:32

6 nazioni u20, l’italia tiene testa alla francia ma e’ battuta 6-13

CAPITAN SALVETTI: “SPIRITO GIUSTO, ORA PROVIAMO A VINCERE LE ALTRE”

 L’Italia esce sconfitta per 6-13 contro la Francia nella prima giornata del 6 Nazioni di categoria giocata questa sera al “Marco Tomaselli” di Caltanissetta ma regala al pubblico siciliano ed allo staff tecnico diretto da Gianluca Guidi una prestazione che fa ben sperare per i prossimi impegni del torneo.

Succede tutto o quasi nel primo tempo, inaugurato da un calcio piazzato del numero dieci azzurro Padovani dopo due minuti, cui risponde al quinto l’estremo dei coqs Mallet. La Francia mette in campo la maggior solidità del pacchetto di mischia, ma Salvetti e compagni hanno grinta e voglia da vendere: l’episodio che deciderà il match, spostando l’ago della bilancia dal lato degli ospiti, arriva a metà della prima frazione di gioco quando, su un incrocio dei trequarti francesi, un placcaggio sbagliato manda in meta l’apertura francese Selponi. Mallet trasforma e, sul finire della prima frazione di gioco, allunga con un piazzato sul 3-13. Saranno gli ultimi punti francesi, perché nella ripresa l’Italia giova, prova a muovere l’ovale, difende con aumentata efficacia. Il piazzato di Padovani dopo tre minuti del secondo tempo riporta gli Azzurrini a distanza di gap e da inizio ad una serie di lunghe offensive della squadra di casa che non si concretizzano in punti. Anche l’ultimo, lunghissimo attacco italiano cozza contro la difesa in maglia blu ed il risultato non si schioda dal 6-13 di inizio ripresa, regalando vittoria e punti in classifica alla Francia.

“Abbiamo perso e non esistono sconfitte onorevoli – ha detto a fine gara il tecnico Gianluca Guidi – purtroppo abbiamo creato molto e non siamo riusciti a raccogliere per quanto seminato. Sono contento della prova ma non del risultato, i ragazzi hanno dimostrato che il lavoro paga, sono orgoglioso del loro atteggiamento e per questo credo sarebbe stato giusto per loro portare a casa questa partita. Potevamo vincere, abbiamo comunque dimostrato che i giovani ci sono, che bisogna dare loro fiducia”.

“Sapevamo che sarebbe stata una gara difficile e lo è stata – ha commentato il capitano degli Azzurri, Jacopo Salvetti – ma questa prestazione rappresenta per noi un buon punto di partenza. Non siamo contenti, abbiamo perso e non possiamo considerare il 6-13 un buon risultato ma, come detto, partiamo da questa performance per andare in campo e cercare di vincere le quattro partite che ci restano”.

Questo il tabellino del match di questa sera:

Caltanissetta, Stadio “Marco Tomaselli” – venerdì 1 febbraio 2013

6 Nazioni U20, I giornata

Italia v Francia 6-13

Marcatori: p.t.. 2’ cp Padovani (3-0), 5’ cp Mallet (3-3), 20’ m Selponi, tr Mallet (3-10); 41’ cp. Mallet (3-13); s.t. 3’ cp Padovani (6-13)

Italia: Esposito; Odiete, Campagnaro (35’ st Seno), G. Benvenuti, Guarducci; Padovani, Marinaro; Mbandà, Salvetti (cap), Vian (28’ pt. Rimpelli); Andreotti (7’ st. Riedo), Trotta; Pasquali (20’ st Scarsini), Moriconi (35’ st Conti), Panico (11’ st Biancotti).

Francia: Mallet (39’ st Weiprecht); Regard, Vialelle, Lacroix, Thomas; Selponi, Serin (25’ st. Domenech); Tauleigne (1’ st Lespinasse), Camara, Babillot; Bastien, Aliouat (29’ st  Cerqueira); Cotet (32’ st Valette), Tolofua (20’ st Ruffenach), Baille (26’ st Vartanov)

All.Bastide/Retiere

Arbitro: Thomas (Galles).

Assistenti: Mason, Davis (Galles).

TMO: Beavan (Galles).

Cartellini: 40’ p.t. Marazzi (Italia).

Calciatori: Italia: Padovani (cp 2/2); Francia: Mallet (cp 2/4, tr 1/1).

Note: Serata mite, temperatura intorno ai 12 °C, terreno di gioco in discrete condizioni. Spettatori: 1500 circa.

notizie correlate

Stretta analisi del rugby italiano con Nick Scott

Stretta analisi del rugby italiano con Nick Scott

“Il rugby italiano non potrà mai crescere finché non si smette di cercare scuse o alibi”.
Parma prima città italiana per il Rugby

Parma prima città italiana per il Rugby

La classifica delle città del rugby 2019
Rugbymeet distributore per l'Italia dei nuovi paradenti SISU

Rugbymeet distributore per l'Italia dei nuovi paradenti SISU

Inclusa nel prezzo una copertura assicurativa dentale fino a 35.000 dollari
Rugby: Nuova regola sui calci in touche dalla stagione 2019/20

Rugby: Nuova regola sui calci in touche dalla stagione 2019/20

Nei campionati italiani di rugby verrà immediatamente introdotta una nuova regola sui calci di spostamento
Rugby: Le occasioni d’oro del ritiro pre stagione

Rugby: Le occasioni d’oro del ritiro pre stagione

Preparare mentalmente la squadra per l’inizio di stagione
Pensieri e parole tra canestri e ovale. “Qualche volta i miracoli capitano”

Pensieri e parole tra canestri e ovale. “Qualche volta i miracoli capitano”

Meo Sacchetti, ct della Nazionale di basket, è un grande appassionato di rugby. Pensieri e parole tra canestri e ovale.
Il rugby non si discute. Si ama

Il rugby non si discute. Si ama

«Il rugby è stato il primo sport a introdurre novità pazzesche ed è quello che più ha mantenuto intatto il suo vissuto di tradizioni, storia, valori.»
Rugby: storia di un piccolo miracolo sociale in Madagascar

Rugby: storia di un piccolo miracolo sociale in Madagascar

Il sogno di Pela, 15 anni, rugbista delle “Olives”

ultime notizie di Giovanile

notizie più cliccate di Giovanile