x

x

Rosso a Minozzi ma Benetton vince lo stesso

Una partita che ha dell'incredibile e che Benetton fa propria nonostante il cartellino rosso, dopo appena dieci minuti di gioco, potesse condizionare l'esito dell'incontro.

Savala apre le marcature dopo un minuto di gioco, ma il peggio arriva all'11°: brutto fallo di Matteo Minozzi, che si prende un cartellino rosso su ricezione, dopo aver stampato il piede sul volto di Immelman. Nonostante l'inferiorità numerica i trevigiani restano in partita e al 18' ecco la meta del neo acquisto Marcus Watson, che vola verso l'angolino: 5-3. Al 36' ancora Benetton, che trova la marcatura di Sebastian Negri, ancora una volta nell'angolino: 10-3. 

Ripresa che vede Edinburgh trovare la meta del pareggio: vantaggio sfruttato dagli scozzesi, Savala trova l'offload vincente per Henry Immelman che va a segno: 10-10. Lorenzo Cannone riporta i suoi in vantaggio al 48' (17-10), poi al 52' altro giallo, stavolta a Federico Ruzza, per fallo ripetuto. Al 61' break di Haining, offload per Immelman che va a segno, ed è 17-17. Al 67' Benetton ancora una volta in vantaggio: palla a largo per Rhyno Smith che ha spazio per andare a segno, ed è 24 a 17, risultato finale dell'incontro.

Match travolgente, Benetton che tiene botta e vince l'incontro nonostante l'inferiorità numerica (doppia al 50' con il giallo a Ruzza). Un risultato promettente, che conferma ancor di più le performance del rugby italiano degli ultimi mesi.

 

Tabellino: 1' cp. Savala (0-3), 18' meta Watson (5-3), 36' meta Negri (10-3), 42' meta Immelman tr. Savala (10-10), 48' meta L.Cannone tr. Albornoz (17-10), 60' meta Immelman tr. Savala (17-17), 67' meta Smith tr. Umaga (24-17)

Cartellini: 11' rosso a Matteo Minozzi (Benetton), 33' giallo a Wes Goosen (Edinburgh), 52' giallo a Federico Ruzza (Benetton)

 

Benetton: 15 Rhyno Smith, 14 Marcus Watson, 13 Ignacio Brex, 12 Marco Zanon, 11 Matteo Minozzi, 10 Tomas Albornoz, 9 Dewaldt Duvenage (c), 8 Lorenzo Cannone, 7 Manuel Zuliani, 6 Sebastian Negri, 5 Federico Ruzza, 4 Niccolò Cannone, 3 Simone Ferrari, 2 Gianmarco Lucchesi, 1 Nahuel Tetaz Chaparro
Panchina: 16 Giacomo Nicotera, 17 Ivan Nemer, 18 Tiziano Pasquali, 19 Scott Scrafton, 20 Giovanni Pettinelli, 21 Alessandro Garbisi, 22 Jacob Umaga, 23 Tommaso Menoncello

Edinburgh: 15 Henry Immelman, 14 Damien Hoyland, 13 Matt Currie, 12 James Lang, 11 Wes Goosen, 10 Charlie Savala, 9 Henry Pyrgos, 8 Ben Muncaster, 7 Luke Crosbie (c), 6 Nick Haining, 5 Jamie Hodgson, 4 Marshall Sykes, 3 Angus Williams, 2 Stuart McInally, 1 Boan Venter
Panchina: 16 Patrick Harrison, 17 Jamie Jack, 18 Lee Roy Atalifo, 19 Glen Young, 20 Connor Boyle, 21 Ben Vellacott, 22 Jaco van der Walt, 23 Chris Dean

Stadio Monigo, Treviso
Arbitro: Craig Evans (Wales)
Assistenti: Filippo Russo (Italy), Alex Frasson (Italy)
TMO: Jon Mason (Wales)

 

 

 

Foto Alfio Guarise