x

x

Il Top10 torna in campo per le ultime battute di regular season, con le capoliste ormai in viaggio per i playoff, e il timido tentativo di Mogliano di inserirsi... seppur con poche possibilità effettive. A dirigere il match tra Viadana e Colorno c'è Clara Munarini, prima donna in un match di Top 10, come arbitro ufficiale.

Successo divampate di Rovigo contro Lyons. Match ricco di mete quello tra Lazio e Calvisano, dove a dilagare alla fine sono i calvini. Match combattuti tra Valorugby-Fiamme Oro e Viadana-Colorno. 

 

Femi CZ Rovigo-Sitav Rugby Lyons  73-6

Illusione Lyons nei primi minuti di gioco. I piacentini trovano due piazzati con Katz (0-6). Al 12' i padroni di casa aprono le danze, con Carel Greef che sfonda la linea e mette il pallone sulla linea (7-6). Al 17' arriva il raddoppio: gran guizzo di Guido Barion, palla per Menniti-Ippolito, cross kick sulla fascia che trova il prontissimo Diego Antl (14-6). Al 27' pasticcio dei Lyons, recupera Paolo Uncini, offload per Gianmarco Vian che vola in meta (21-6). Meta del bonus pochi minuti dopo, grazie ad un pick and go di Stefano Sironi (28-6) contro i Lyons incapaci di contrastare la corazzata rosso-blu; sul finire del primo tempo raddoppio di Sironi (35-6). Meta numero sei al 52', con Carel Greef che parte dalla mischia e schiaccia per la seconda volta in questa partita (42-6). Al quarto d'ora della ripresa altra meta dei Bersaglieri, con Guido Barion, che vale il 49 a 6. Al 66' Ruggieri porta i suoi sul 56 a 6 e poco dopo la meta di Paolo Uncini, porta i padroni di casa sul 61-6. Gran offload per Pippo Cadorini al 72' per il 68-6.  Undicesima meta, ormai a partita finita, per Nicolas Bordin, che segna al suo esordio con i Bersaglieri. Finisce 73-6.

 

Lazio Rugby-Rugby Calvisano  26-56

Ennesimo match dilagante per la Lazio, costretta a contrastare una corazzata troppo forte. I calvini trovano la prima meta al 5' con Samo Vunisa, che trova lo spazio vincente al termine di una mischia (0-7). Ottima giocata di Schalk Hugo al 13', palla veloce per Van Vuren che vola in meta (0-14). Poco dopo gran percussione dei giallo neri, palla veloce da Facundo Panceyra per van Zyl, infine Trulla che va a segnare (0-21). La Lazio accorcia le distanze al 24' (7-21). Sul finire di primo tempo arriva la meta del bonus per Calvisano, nata da una maul magistrale degli ospiti (7-28). Ad inizio ripresa meta rocambolesca del Calvisano: tentativo di riciclo di Panceyra, palla che viene stoppata da un giocatore della Lazio, Facundo recupera l'ovale e va a segno (7-35). La Lazio trova un'altra meta con Bossola (12-35). Al 63' che meta Izekor: il seconda linea vola nei 22 avversari, rompe due placcaggi, e schiaccia in meta (12-42). Subito dopo, dagli sviluppi di una touche, palla veloce a Gianni che trova un varco per la terza meta dei padroni di casa (19-42). Izekor indomabile! Altra palla per il seconda linea che vola lungo la fascia, porta a spasso due giocatori e trova la seconda meta personale (19-49). Al 76' la Lazio trova il bonus mete, con un ottimo offload di Scardamaglia per Gianni che vola in mezzo ai pali (26-49) e a pochi minuti dalla fine, altra gran meta di Calvisano con Vunisa (26-56). 

 

Valorugby Emilia-Fiamme Oro Rugby  19-15

Primo tempo giocato punto su punto, con le due squadre che si affrontano principalmente dalla piazzola. Gli emiliani riescon a portare tre volte Farolini dalla piazzola, grazie al quale si portano sul 9 a 3 alla fine del primo tempo. Nella ripresa, dopo cinque minuti, gran giocata e meta degli emiliani: touche giocata veloce dai padroni di casa, con un passaggio lunghissimo per Denis Majstorovic che vola in mezzo ai pali (16-3). Le Fiamme riescono a trovare la meta che riapre il match al 65', dopo un lungo multifase al limite dell'area, palla per Matteo Cornelli che schiaccia per il 16-10. Pallone perso da Valorugby al 70', cavalcata di Fragnito, poi Fusari che vola in meta: 19-15.

 

Mogliano Rugby-Argos Petrarca Padova  12-36

I padroni di casa giocano per un labile tentativo di agguantare i playoff... ma l'avversario di turno e tutt'altro docile. Infatti, dopo dieci minuti arriva la prima marcatura dei petrarchini, con la giocata di Carnio, poi palla a largo fino a Scott Lyle che marca lo 0 a 7. Raddoppio del Padova al 15', ancora Vittorio Carnio, che dalla mischia sfonda la prima linea e va in meta (0-14). Al 25' seconda meta di Carnio, al termine di una serie di scambi veloci tra Trotta e Tebaldi, nonostante un possibile in avanti sul passaggio finale (0-24). Nella ripresa arriva la meta dei moglianesi con Filippo Drago, in mezzo ai pali (7-24). Al 61' segnatura del bonus per Petrarca: punizione, Tebaldi gioca veloce e vola in meta (7-31). Gran prova d'orgoglio di Mogliano, che al termine di una lunga percussione nella metà campo avversaria, fino alla seconda di Filippo Drago (12-31); a pochi minuti dalla fine del match arriva un'altra marcatura per il Petrarca, firmata da Capraro (12-36). Ultima manovra d'attacco per il Mogliano, nel tentativo di trovare la terza meta, che non c'è. Finisce 12-36

 

Rugby Viadana-Rugby Colorno  27-26

Prime battute che vedono il Colorno in meta, al 10', con l'intercetto e la corsa vincente di Pavan (0-7). Con due piazzati gli emiliani allungano, portandosi sullo 0-13 ma Viadana accorcia le distanze al 31': touche ai cinque metri, maul e poi offload per Ciofani che schiaccia. Ed è 5-13. Dopo un piazzato degli ospiti, Viadana accorcia nuovamente le distanze, portandosi sul 12-16. Sul finire di primo tempo, gran percussione dei viadanesi, palla a Ciofani che trova il raddoppio personale (19-16) e il sorpasso. Al 1' della ripresa sorpasso Colorno, che si porta nuovamente in vantaggio, con Gesi che sfrutta l'offload di Jaco van Tonder (19-23). Il Viadana riesce a trovare la percussione vincente, ad un passo dalla meta palla veloce verso Leonardi che schiaccia per il 24 a 26, e al 40' arriva anche una punizione, messa in mezzo ai pali da Ceballos (27-26) che vale il successo per i giallo-neri

 

 

 

Risultati e classifica di Peroni Top10 - clicca sul match per tabellino e statistiche

Foto Alfio Guarise

 

 

Consulta il catalogo palloni RM: 

Linea palloni da rugby RM Rugbymeet

 

 

Rugbymeet.com è una testata registrata presso il Tribunale di Milano Aut. Nr. 247 del 26/07/2017. ©Rugbymeet.com 2012-2023
Damida s.r.l. - P. IVA 07820820962

Powered by Slyvi